La NASA lancerà nel 2026 il primo telescopio spaziale israeliano progettato per indagare gli eventi di breve durata del cosmo

La NASA lancerà il telescopio spaziale israeliano

Resto del mondowenHop

La NASA lancerà il primo telescopio spaziale israeliano, l’Ultraviolet Transient Astronomy Satellite (ULTRASAT). ULTRASAT, è un osservatorio ultravioletto con un ampio campo visivo. Il telescopio indagherà sui segreti di eventi di breve durata nell’universo, come esplosioni di supernove e fusioni di stelle di neutroni.

ULTRAST e le sue caratteristiche

Guidato dall’Agenzia spaziale israeliana (ISA) e dal Weizmann Institute of Science, ULTRASAT dovrebbe essere lanciato in orbita geostazionaria attorno alla Terra all’inizio del 2026. Oltre a fornire il servizio di lancio, la NASA parteciperà anche al programma scientifico della missione.

“Siamo orgogliosi di entrare a far parte di questa partnership. Uno sforzo internazionale che ci aiuterà a comprendere meglio i misteri dell’universo caldo e transitorio”, ha dichiarato Mark Clampin, direttore della divisione di astrofisica della NASA. “ULTRASAT darà alla comunità scientifica globale un’altra importante capacità per fare nuove osservazioni”.

L’ampio campo visivo di ULTRASAT consentirà di scoprire e catturare rapidamente la luce ultravioletta da sorgenti nel cosmo che cambiano in tempi brevi. I ricercatori uniranno le osservazioni di ULTRASATcon le informazioni provenienti da una varietà di altre missioni. Tra queste quelle che studiano le onde gravitazionali e le particelle, un campo noto come dominio del tempo e astronomia multimessaggero. I risultati faranno luce sul funzionamento di molti oggetti, dai buchi neri alle sorgenti di onde gravitazionali fino supernove e alle galassie attive.

Le dichiarazioni dei partners

“La scienza pionieristica richiede una tecnologia all’avanguardia”, ha affermato Uri Oron, direttore dell’ISA presso il Ministero dell’innovazione, della scienza e della tecnologia. “ULTRASAT, con un ampio campo visivo, una sensibilità ultravioletta avanzata, e il controllo e il trasferimento dei dati in tempo reale sarà in prima linea negli sviluppi tecnologici. L’industria spaziale israeliana può offrire queste capacità. ISA è orgogliosa della collaborazione con la NASA per il lancio e la gestione del primo telescopio spaziale israeliano”.

“Questo è un progetto rivoluzionario che pone Israele in prima linea nella ricerca globale”, ha affermato Eli Waxman, astrofisico presso il Weizmann Institute of Science e capo ricercatore di ULTRASAT. “I principali enti internazionali come la NASA e l’istituto di ricerca DESY hanno aderito come partner a questo progetto guidato da Israele. Stanno investendo notevoli risorse nella costruzione e nel lancio del satellite per diventare partecipanti attivi a questa missione. È una partnership guidata dalla scienza”.

Attraverso l’accordo tra la NASA fornirà l’opportunità di lancio, il Flight Payload Adapter e altre responsabilità relative al lancio per ULTRASAT. ISA invece consegnerà l’osservatorio completato al Kennedy Space Center della NASA in Florida pronto per il lancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *