Il nuovo telescopio stratosferico della NASA, SuperBIT, potrà indagare i segreti e l'origine della materia oscura presente nel cosmo

Un telescopio con un pallone sonda, il SuperBIT, aiuterà gli astronomi a svelare i segreti della materia oscura. Il 16 Aprile scorso, il Super Pressure Balloon Imaging Telescope (SuperBIT) è stato portato ad un’altitudine sopra l’atmosfera terrestre da un pallone ad elio della NASA. È stato il primo volo operativo dell’osservatore stratosferico.

Le prime immagini di SuperBIT

Le prime immagini scattate durante il volo includono una regione della Grande Nube di Magellano, una galassia satellite della Via Lattea, chiamata Nebulosa Tarantola. La galassia si trova a circa 160.000 anni luce dalla Terra. Questa massiccia nube di gas e polvere larga 931 anni luce è una regione di intensa formazione stellare. 

SuperBIT ha anche catturato immagini delle galassie Antenne, NGC 4038 e NGC 4039, situate a circa 60 milioni di anni luce di distanza verso la Costellazione meridionale del Corvo. Queste galassie hanno subito una collisione ed una conseguente fusione e gli astronomi sospettano sia iniziata poche centinaia di milioni di anni fa. Le galassie Antenna sono quindi gli esempi più vicini e più giovani di una coppia di galassie in collisione.

Lo scopo principale di SuperBIT sarà catturare immagini di galassie nello spettro della luce da visibile a quasi ultravioletta. Mentre le capacità del telescopio spaziale Hubble coprono quella banda, SuperBIT ha un campo visivo più ampio rispetto al telescopio spaziale lanciato nel 1990.

La Nebulosa Tarantola ripresa dal Super Pressure Balloon Imaging Telescope (SuperBIT) dopo il suo primo lancio il 16 aprile 2023
La Nebulosa Tarantola ripresa dal Super Pressure Balloon Imaging Telescope (SuperBIT) dopo il suo primo lancio il 16 aprile 2023. Credit: NASA/SuperBIT

Come indagherà la materia oscura ?

La materia oscura non interagisce con la radiazione elettromagnetica o la luce come fa la materia ordinaria che ci circonda quotidianamente. Questo rende la materia oscura praticamente invisibile, ma interagendo con la gravità, gli astronomi possono dedurne la sua presenza.

Il fenomeno della lente gravitazionale è un modo eccellente per mappare la distribuzione della materia oscura nello spazio. SuperBIT potrebbe aiutare gli scienziati a determinare se le particelle di materia oscura possono rimbalzare l’una contro l’altra, quando gli ammassi galattici vicini entrano in collisione. Questa ricerca potrebbe finalmente rivelare quali particelle compongono la materia oscura.

“Ci vuole la gravità di un’intera galassia per spostare la materia oscura. SuperBIT esaminerà gli ammassi di galassie che si scontrano l’uno con l’altro. Essenzialmente, stiamo usando i più grandi acceleratori di particelle dell’universo, per distruggere grumi di oscurità materia e vedere dove volano i pezzi”, ha detto in una nota il professore di fisica Richard Massey“Se la materia oscura si frammenta ed i pezzi vengono staccati, potremmo finalmente iniziare a capire di cosa è fatta”.

Perchè un telescopio attaccato ad un pallone ?

SuperBIT, che è una collaborazione tra la NASA, la Durham University nel Regno Unito, l’Università canadese di Toronto e la Princeton University negli Stati Uniti. IL progetto è stato lanciato da Wānaka, in Nuova Zelanda. Il telescopio ed il suo pallone possono circumnavigare il globo a un’altitudine di circa 34 chilometri sopra oltre il 99,5% dell’atmosfera terrestre per 100 giorni. 

Ma perchè usare un telescopio attaccato ad un enorme pallone sonda? La vista ad alta quota del pallone fornisce una visione più chiara della luce che ha viaggiato per miliardi di anni dalle galassie nell’universo lontano e primordiale, senza essere ostacolata dai continui disturbi e sfocature dell’atmosfera terrestre. Inoltre SuperBIT può essere tranquillamente riportato sulla Terra con il paracadute, quando il team dovrà aggiornare strumenti e design. Il team ha già acquisito finanziamenti per aggiornare il telescopio da apertura 0,5 metri fino a 1,6 metri. Il miglioramento aumenterà il suo potere di raccolta della luce di circa 10 volte.

Un telescopio trasportato da un pallone è sicuramente più economico di uno strumento lanciato da un razzo. SuperBIT è costato solo 5 milioni di dollari, che è quasi 1.000 volte inferiore a una missione satellitare equivalente. Il costo relativamente basso di SuperBIT potrebbe consentire a una flotta di tali telescopi di sorvolare la Terra, sondando i misteri dell’universo, secondo i funzionari della NASA.

Stefano Gallotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *